FANDOM


Preceduto da:

Battaglia presso il Triangolo del Diavolo

Seguito da:

Attacco alla Wicked Wench

BATTAGLIA PRESSO LE BERMUDE
Conflitto:

Attacco isolato

Data:

1710

Luogo:

A nord delle Bermude, Oceano Atlantico

Esito:

Vittoria dei pirati ribelli, distruzione del Cobra.

Schieramenti

Rogue Pirates' flag

Pirati ribelli

Calico Jack flag

Ciurma del Cobra
Comandanti

Boris Palachnik

Hector Barbossa

Partecipanti

Numero sconosciuto di pirati

Numero sconosciuto di pirati

Perdite

Alcuni pirati feriti o uccisi

Quasi tutta la ciurma del Cobra uccisa. Cobra affondato.

  [Source]

Questa battaglia è stata una battaglia navale tra due navi pirata: il Cobra capitanato da Hector Barbossa e la Koldunya dei misteriosi pirati ribelli. Avvenne nel 1710 a nord dell'arcipelago delle Bermude.

Prima della battaglia

La nave di Hector Barbossa, la goletta Cobra, stava navigando nelle acque a nord delle Bermude, di ritorno da una battaglia con un brigantino francese, quandola vedetta scorse una vela all'orizzonte. Barbossa ordinò al suo equipaggio di invertire la rotta per dare un'occhiata a questa nave. Dopo alcune ore, le due navi si avvicinarono. La ciurma di Barbossa issò la bandiera francese, mentre la nave misteriosa issò la bandiera olandese.

Dopo aver visto che la nave è uno sloop , e che il suo equipaggio non era vestito come un equipaggio mercantile, Capitan Barbossa ordinò alla ciurma di issare il suo Jolly Roger nero. L'equipaggio del misterioso sloop rispose a ciò alzando anch'essa un vessillo pirata: una bandiera rossa con il teschio di un demone nero.

La battaglia

La ciurma di Barbossa si tranquillizzò, vedendo che avevano incontrato dei "colleghi" pirati, ma all'improvviso, il misterioso sloop dei pirati aprì il fuoco sulla nave di Barbossa, violando così apertamente il Codice Piratesco, che impediva ai pirati di attaccare altri pirati.

La battaglia durò fino al tramonto e Barbossa ordinò ai suoi uomini di mettere in mare le scialuppe. Il Cobra stava affondando velocemente e metà dei suoi uomini erano morti. Molti di furono risucchiati dalla nave quando questa affondò, morendo affogati. Lo stesso Barbossa quasi annegò in un inutile tentativo di salvare Polly, la sua scimmietta da compagnia, ma fu salvato e tirato su una barca all'ultimo momento da due suoi uomini: Pintel e Ragetti.

Dopo l'affondamento del Cobra, il misterioso sloop pirata inviò delle scialuppe per uccidere gli uomini di Barbossa in acqua che erano ancora vivi. Quelli che non furono uccisi dai loro nemici, furono mangiati dagli squali.

Solo l'oscurità salvò Barbossa e i suoi salvatori, e remarono fino all'alba, quando non vi fu più alcun segno della nave che aveva causato la loro miseria.

Conseguenze

Barbossa e i suoi uomini riuscirono a raggiungere un'isola deserta, dove costruirono un segnale di fuoco. Una settimana dopo furono salvati da una nave pirata di passaggio. Furono quindi lasciati a Tortuga, dove incontrarono Don Rafael , che, dopo aver sentito la loro storia, li portò all'Isola dei Relitti dove Barbossa mise al corrente il capitano Edward Teague , il custode del Codice, e alcuni Pirati Nobili di questa ultima azione di pirati ribelli. Due mesi dopo si sarebbe scoperto che la misteriosa nave che aveva attaccato il Cobra era la Koldunya, la nave di Boris "Borya" Palachnik, il Pirata Nobile del Mar Caspio. Si scoprì quindi che molti dei pirati ribelli erano all'interno della Fratellanza Piratesca stessa e ne seguì un'indagine per identificare e uccidere tutti i ribelli.

Apparizioni

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.