Pirati dei Caraibi Wiki
Advertisement

Ferdinando VI di Borbone (Madrid, 23 settembre 1713 – Villaviciosa de Odón, 10 agosto 1759) fu re di Spagna dal 1746 sino alla sua morte. Fu il terzo membro monarca della dinastia spagnola dei Borboni.

Qualche anno dopo la salita al trono, un vecchio naufrago fu portato al palazzo reale a Cadice. Il naufrago avrebbe consegnato a re Ferdinando VI il diario di bordo della Santiago, che racconta la scoperta da parte di Juan Ponce de León della leggendaria Fonte della Giovinezza. Per questa non ortodossa scoperta, Ferdinando inviò il suo condottiero più fidato lo Spagnolo, per trovare la Fonte e distruggerla.

Biografia

Passato

Figlio di Filippo V di Borbone e di Maria Luisa di Savoia. Il giovane principe ebbe, tuttavia, un'infanzia assai triste dal momento che perse la madre, Maria Luisa Gabriella di Savoia all'età di cinque mesi ed il padre, avvinto alla ragion di stato, si risposò con Elisabetta Farnese, l'erede del Ducato di Parma e presumibilmente del Granducato di Toscana.

Re di Spagna

Ferdinando salì al trono di Spagna il 9 luglio 1746. Accanto alla moglie, Ferdinando lasciò ampia influenza e libertà di azione ai propri ministri. Ferdinando VI, al contrario del padre, preferì attuare una politica di stretta neutralità allo scopo di favorire la ripresa dei commerci e dei mercati coloniali, onde prevenire una ulteriore espansione britannica.

La Fonte della Giovinezza (1750)

Re Ferdinando nel suo palazzo

Nel 1750, mentre soggiornava a Cadice, due pescatori si recarono da Re Ferdinando con un vecchio marinaio naufragato che diceva di aver navigato con Juan Ponce de León, un conquistador spagnolo che cercò la Fonte della Giovinezza, sebbene fosse morto 200 anni prima. Il marinaio consegnò a Ferdinando il diario di bordo della Santiago, la nave di Ponce de León, per poi morire. Osservando il contenuto del diario, Ferdinando capì che la leggenda della Fonte della Giovinezza era vera. Essendo lui un devoto cattolico, Ferdinando capì i danni che la scoperta della Fonte della Giovinezza avrebbe potuto portare alla chiesa cattolica. Così Ferdinando diede l'ordine di trovare la Fonte al suo condottiero più fidato: lo Spagnolo. Questo salpò, insieme ad un fedele battaglione, da Cadice con una flotta di tre galeoni. Settimane dopo, lo Spagnolo e le sue truppe portarono a termine l'impresa con successo distruggendo per sempre la Fonte e il pericolo che essa rappresentava.

Dietro le quinte e curiosità

Advertisement