FANDOM


275px-PotC JS 4

Copertina originale.

Pirati dei Caraibi - Jack Sparrow - La spada di Cortés (Pirates of the Caribbean: Jack Sparrow: The Sword of Cortés) è il quarto di una serie di libri per ragazzi che narrano le avventure giovanili di Jack Sparrow. Il libro, scritto da Rob Kidd ed edito da Disney Press, è stato pubblicato il 1° ottobre 2006.

Riassunto dell'editore

Prima della Perla Nera c'era un giovane avventuriero di nome Jack Sparrow. Nelle sue mani ha la spada di Cortés. Sfortunatamente per Jack, lui ha anche trovato lo spettro del primo possessore della spada: Hernán Cortés che lo osserva. Ora, arenato in una nevosa isola dei Caraibi, il destino della ciurma della Barnacle è in bilico. Jack deve trovare un modo di dominare il potere della spada, sconfiggere Cortés e salvare i suoi compagni.

Trama

Jack Sparrow e la sua ciurma si trovano sull'Isla Fortuna, dove hanno accidentalmente evocato lo spirito di Hernán Cortés dalla morte. Il conquistador spagnolo sembra avere intenzione di insegnare a Jack come usare la sua leggendaria spada. Tuttavia, la ciurma di Jack non è contenta della presenza di un uomo che ha distrutto un intero impero. E le cose vanno per il peggio quando uno dei membri della ciurma di Jack, Tumen, si ammala. Cortés usa la sua spada per allontanare la Cutlass, la nave di Left-Foot Louis e fa nevicare sull'isola. Terrificata da ciò, la ciurma di Jack rifiuta di stare con lui mentre usa la spada e si ritira nella taverna della città. Cortés insegna a Jack a usare la spada ma quest'ultima funziona solo quando Jack fa quello che Cortés dice.

Jack Sparrow e H. Cortés

Jack Sparrow con il fantasma e la spada di Hernán Cortés.

Cortés promette a Jack di insegnargli ad usare il pieno potere della spada, ma prima dovrà portargli l'occhio di Stone-Eyed Sam. Cortés trasforma la nave di Jack, la Barnacle, nella più grande nave da guerra che abbia mai solcato le acque dei Caraibi: la Grand Barnacle. Armato con la spada, Jack salpa a bordo della Grand Barnacle per raggiungere l'Isla Sirena. Durante la ricerca del leggendario luogo dove vivono le sirene Jack incontra una nave da guerra britannica. La ciurma britannica attacca la Grand Barnacle ma siccome Jack è protetto dalla spada di Cortés e non si fa nemmeno un graffio.Infine la spada distrugge la nave britannica furiosamente non lasciando neanche un sopravvissuto. Improvvisamente, l'Isla Sirena appare e la Grand Barnacle viene circondata da migliaia di sirene. Jack non ha altra scelta che farsi portare dalle sirene nella loro casa sottomarina, una grande camera al di sotto dell'Isla Sirena. Le tre sirene a capo delle altre, Morveren, Aquila e Aquala,attendono che Jack consegna a loro il suo bene più prezioso, la sua libertà, ma Jack fa un accordo con loro. Se lui vince un duello può tenersi la sua libertà e la spada di Cortés e loro gli dovranno ridare l'occhio di Stone-Eyed Sam. Le sirene accettano e Jack deve affrontare due giganteschi mostri di iguana contro i quali la spada do Cortés non può nulla. Tuttavia con un trucco Jack riesce a far uccidere i mostri a vicenda. Vittorioso, Jack chiede alle sirene di consegnargli l'occho di Stone-Eyed Sam ma queste gli rivelano che l'occhio è in possesso della sacerdotessa vodoo Tia Dalma. Jack usa il potere della spada per teletrasportarsi a bordo della Grand Barnacle e salpa per Cuba. Risalito il fiume Pantano e raggiunta la baracca di Tia Dalma, Jack le chiede l'occhio di Sam ma quest'ultima vuole in cambio la spada di Cortés. Jack le dice che la spada gli serve per sconfiggere Cortés e salvare la sua ciurma a Tia Dalma accetta di ricevere la spada anche più tardi. Lei gli consegna l'occhio di Sam e gli spiega che nell'occhio sono imprigionati gli spiriti degli aztechi massacrati da Cortés. Lei gli da inoltre due perle, una bianca e una rossa, che gli serviranno per sbloccare l'occhio. Lei lo mette inoltre in guardia che c'è qualcuno che lo sta cercando. Jack torna sull'Isla Fortuna e scopre di essere stato assente per giorni anche se a lui sembrava di essere stato assente per poche ore. La salute di Tumen continua a peggiorare e quando Jack tenta di usare la spada di Cortés per curarlo la sua salute peggiora ancora di più. Allora Jack decide di confrontarsi con Cortés e si dirige al cimitero dove il conquistador spagnolo lo sta ancora aspettando. Jack gli chiede si insegnargli ad usare il pieno potere della spada come da lui promesso ma Cortés rivela di non averne alcune intenzione. Invece, Cortés ha usato Jack per tutto il tempo solo per i suoi fini. Infatti Cortés ha usato Jack per impossessarsi dell'occhio di Stone-Eyed Sam, in quanto con esso e con la sua spada avrebbe potuto dominare i sette mari. In quel momento Arabella informa Jack che Tumen è morto. Furioso, Jack usa le perle dategli da Tia Dalma per spigionare il potere dell'occhio di Sam e centinaia di spiriti si liberano. L'ultimo spirito ad uscire dall'occhio è quello di Montecuhzoma, che accusa Cortés della sua morte.
200px-Cortes vs Montezuma

Lo spirito di Cortès combatte con lo spirito di Montecuhzoma

Gli spiriti di Cortés e Montecuhzoma combattono e alle fine Montecuhzoma riesce a sconfiggere il conquistador sommergendolo nell'acqua. Montecuhzoma usa poi i suoi poteri per riportare in vita Tumen e se ne va dall'isola. Jack usa la spada per far riottenere la vecchia Barnacle al suo stato originale mentre i cittadini di Puerto San Judas, fatti sparire da Left-Foot Louis, riappaiono. Anche la nave da guerra britannica distrutta prima dalla spada riappare e naviga lungo le coste dell'Isla Fortuna. La ciurma della Barnacle salpa per lo Yucatan ma non prima di fare un'ultima tappa da Tia Dalma. Jack consegna la spada di Cortés a Tia Dalma così che possa metterla al sicuro. Jean Magliore chiede a Tia Dalma di far tornare sua sorella in forma umana ma Tia Dalma gli dice che il potere di cui ha bisogno giace nella mani di Jack. Prima di partire, Tia Dalma mette in guardia Jack sul fatto che la spada non è l'unica maledizione lasciata da Cortés.

Personaggi apparsi

Preceduto da:

Seguito da: