FANDOM


Kingdom-hearts-2-logo

Il logo del gioco

Kingdom Hearts II è un videogioco di genere action RPG per PlayStation 2, sviluppato dalla Square Enix e sequel di Kingdom Hearts. E' stato pubblicato nel 2005.

Il videogioco è seguito da Kingdom Hearts III, pubblicato nel 2019.



Trama

PortRoyalLogo

Il mondo Port Royal

Il gioco, che ha le caratteristiche di molti film della Disney, include anche un "mondo" che si chiama Port Royal, basato su Pirati dei Caraibi - La Maledizione della Prima Luna. Il protagonista, Sora, insieme ai personaggi Disney di Paperino e Pippo giungono nel mondo dove incontrano Will Turner e si uniscono a lui per salvare Elizabeth Swann, rapita dalla ciurma maledetta della Perla Nera. Successivamente, il gruppo incontra il capitano Jack Sparrow con cui partono a bordo dell'HMS Interceptor alla volta dell'Isla de Muerta per salvare Elizabeth. Nel frattempo il capitano della Perla Nera, Hector Barbossa, si è alleato con Pietro Gambadilegno. Alla fine Jack riesce ad uccidere Barbossa con il colpo di pistola che aveva conservato per dieci anni dopo che Will spezza la maledizione che gravava si di lui e sulla sua ciurma. Nel gioco vi è inoltre una seconda visita nel mondo dove un membro dell'Organizzazione XIII, Luxord, ruba l'oro maledetto e fa maledire di nuovo Jack e si scopre che l'unico modo per spezzare la maledizione è sconfiggere l'Heartless messo a guardia del tesoro, il Mietitore, che sembra proprio essere nato dalla maledizione in quanto il suo aspetto richiama quello degli aztechi. L'Heartless viene infine sconfitto e il forziere con il tesoro viene gettato in mare. Jack mostra poi interesse per il Keyblade di Sora e riesce a impugnarlo per pochi secondi poiché l'arma torna poi nella mani di Sora. È possibile che forse anche Jack potrà brandire un Keyblade, un giorno. Nei titoli di coda si vede Jack che osserva soddisfatto un misterioso oggetto nella sua mano.

Elementi dell'universo di Pirati dei Caraibi presenti nel gioco

Gli elementi del film che appaiono nel gioco includono:

Curiosità

Collegamenti esterni