FANDOM


Lettere di marca-0

Lettere di marca per il pirata Jack Sparrow firmate da Giorgio II di Gran Bretagna e da Lord Cutler Beckett.

Le lettere di marca, anche note come Lettere di Marque o lettere di corsa erano una garanzia (o commissione) emessa da un governo nazionale che autorizzava l'agente designato a cercare, catturare o distruggere, beni o personale appartenenti ad una parte che aveva commesso una qualche offesa alle leggi o ai beni o ai cittadini della nazione che rilasciava la patente.

Questa veniva di norma usata per autorizzare dei gruppi di privati ad assalire e catturare bastimenti mercantili di una nazione nemica.

Storia

Le lettere di marca venivano spesso usate dai governi anche per assumere qualcuno come corsaro in tempo di guerra. Le lettere di marca erano rilasciate dai governi e dai governatori coloniali di Gran Bretagna, Spagna, Francia, Olanda, Portogallo e Danimarca. Durante il XVII secolo l'Inghilterra concesse molte lettere di marca per reclutare bucanieri come Henry Morgan per combattere gli Spagnoli nei Caraibi.

Uno dei molti crimini di cui era accusato il pirata Jack Sparrow fu la falsificazione di lettere di marca. Nel 1729, Lord Cutler Beckett, governatore della Compagnia Britannica delle Indie Orientali offrì delle lettere di marca al pirata Jack Sparrow per garantirgli la libertà e un'occupazione come corsaro al servizio dell'Inghilterra e della Compagnia delle Indie. Queste lettere di marca furono però rubate a Sparrow da James Norrington che le firmò con il suo nome. Siccome Norrington gli aveva portato anche il cuore di Davy Jones, Lord Beckett considerò la firma di Norrington valida restituendogli la libertà.

Ad un certo punto tra il 1746 e il 1750, Hector Barbossa ricevette delle lettere di marca per diventare così un corsaro della Royal Navy Britannica. Capitan Barbossa servì Re Giorgio II fedelmente, ma tutto questo faceva solo parte del suo piano per vendicarsi di Barbanera, il pirata che aveva causato la rovina della sua reputazione. Dopo aver ucciso Barbanera, Barbossa ritornò un pirata e stracciò le sue lettere di marca.

Dietro le quinte e curiosità

  • Nel sito di Pirati dei Caraibi - La Maledizione del Forziere Fantasma, era riportato che le lettere di marca per Jack Sparrow erano state firmate da Giorgio I di Gran Bretagna. Tuttavia, dal momento che la trilogia è ambientata tra gli anni 1720 e 1750, e anche con l'apparsa di Giorgio II in Oltre i Confini del Mare, ciò risulta sbagliato, confermando che il sovrano che ha firmato le lettere è proprio Giorgio II, non Giorgio I.
  • In una prima sceneggiatura di Ai Confini del Mondo, Beckett consegna le lettere a Jack Sparrow durante il parley. Jack passa poi le lettere a Will durante lo scambio, per essere poi utilizzate come uno dei nove pezzi da otto per liberare Calypso. Sulle lettere si trovava infatti il sigillo dell'anello di Magellano, il pezzo da otto di Capitaine Chevalle che era poi finito nelle mani di Beckett.

Collegamenti esterni