FANDOM


Port Royal whole
PORT ROYAL
Informazioni generali
Continente

Nord America

Localizzazione

Giamaica, Caraibi

Luoghi di interesse

Fort Charles
Villa Swann
Bottega di John Brown

Abitanti degni di nota

Henry Morgan
Weatherby Swann
James Norrington
Elizabeth Swann
Will Turner
John Smith

Società
Affiliazioni

Gran Bretagna
Royal Navy Britannica
Compagnia Britannica delle Indie Orientali

Dietro le quinte
Prima apparizione

La Maledizione della Prima Luna (2003)

Ultima apparizione

Ai Confini del Mondo (2007)

"Benvenuto a Port Royal, signor Smith."
―Capitano del porto a Jack Sparrow[src]

Port Royal era la più importante città e porto del Mar dei Caraibi. Situata nella pare sud-orientale della Giamaica, durante il suo massimo splendore nel XVII secolo acquisì la reputazione di essere "la città più ricca e malfamata al mondo". Era famosa per la vistosa ostentazione della ricchezza e per i costumi dissoluti, era un centro dove pirati e corsari investivano o spendevano tutti i loro averi.

Fondata dagli Spagnoli, divenne possesso inglese nel 1655, e in essa fu istituita una gran roccaforte della Royal Navy Britannica. Sfortunatamente per i suoi cittadini, Port Royal era un luogo di frequenti attacchi pirata, nonostante la presenza della Marina e della sua sede di Fort Charles. Il 7 giugno 1692, un terremoto distrusse Port Royal, provocando l'inabissamento di due terzi della città nel Mar dei Caraibi. Tuttavia negli anni successivi la città fu parzialmente ricostruita.

Tra i governatori più noti di questa colonia britannica, si ricorda Weatherby Swann, padre di Elizabeth Swann. Durante la guerra del Jolly Roger, la città fu attaccata da un esercito di non-morti, tuttavia fu subito liberata. Nel 1729 a Port Royal giunse Lord Cutler Beckett, comandante della Compagnia Britannica delle Indie Orientali, per usarla come base per la sua campagna di sterminio della pirateria nei Caraibi che da molti decenni assaltava le rotte commerciali in quella zona. Durante la permanenza della Compagnia, Beckett, tolse, illegalmente e in segreto, poteri al governatore Swann diventando così lui l'amministratore della città, nonostante lo fosse ancora Swann, ma appunto strumentalizzato da Beckett.

Dopo il fisco della Compagnia e la sconfitta di Beckett, la città tornò alla normalità, sotto la guida di un nuovo governatore; tuttavia, con il passare degli anni, Port Royal subi nuovi terremoti e distruzioni, cedendo così il primato di città leader della Giamaica alla emergente città di Kingston.

Storia

Scoperta

Cristoforo Colombo scoprì la Giamaica nel 1492 e poco tempo dopo la sua morte fu completamente colonizzata dagli spagnoli che fondarono la base commerciale di Santiago De la Vega. Tuttavia, la Giamaica venne conquistata dagli inglesi nel 1655 e la città divenne un'importante roccaforte per la potenza inglese, ma anche un punto di riferimento per pirati, bucanieri e corsari. "La Vega" era però in rovina dopo l'invasione e l'ammiraglio William Penn lafece ricostruire e la ribattezzò Port Royal.

Città pirata

Nel 1657, il governatore Edward D'Oley invitò i Fratellanza della Costa a Por Royal per farne un punto di riferimento. Henry Morgan la usò come la base principale per le sue incursioni pirata alla Main Spagnola ma nel 1687 la pirateria in Giamaica venne bandita e condannata. Il 7 giugno 1692 la città venne distrutta da un terremoto e una parte di essa sprofondò nel mare credendo che ciò fosse dovuto all'ira di Dio ma la parte rimanente venne ricostruita. Nel 1720 la città venne parzialmente ricostruita.

Colonia britannica

640px-Port Royal

Port Royal durante i primi anni del diciottesimo secolo.

La città raddoppiò le sue dimensioni e la sua popolazione nel corso di 10 anni, anche se ciò portò alcuni problemi alla rete fognaria. A un certo punto, i cadaveri di tre pirati, tra i quali quello di Calico Jack Rackham e quello di Sven il Vizioso, furono appesi su un'isolotto vicino alla baia di Port Royal con un cartello con su scritto:"Pirati, siate avvertiti!". Questo isolotti divenne quindi noto come Rackhams Kay.

Poco tempo dopo l'ammutinamento causato dal suo primo ufficiale Hector Barbossa, il capitano Jack Sparrow arrivò a Port Royal dove con l'aiuto del custode della taverna locale riuscì a rubare dell'oro e a trovare dei tesori nel cimitero della città. Con quell'oro Jack comprò uno sloop e tornò alle sue imprese da pirata.

Il governo di Weatherby Swann (1720-1728)

Nel 1720, Re Giorgio I di Gran Bretagna nominò governatore di Port Royal un suo amico, Weatherby Swann e quest'ultimo, insieme alla figlia Elizabeth alla volta di Port Royal con l'HMS Dauntless. Una volta arrivati a Port Royal, Weatherby e sua figlia andarono a vivere in una villa dalla quale si vedeva il porto della città.

Jack Sparrow (1728)

"Spero che tu dimostri un po' più di decoro davanti al Commodoro Norrington. Dopotutto, è solo grazie ai suoi sforzi che Port Royal è diventata del tutto civilizzata."
Weatherby Swann a Elizabeth Swann[src] (scena inedita)
Nel 1728, otto anni dopo James Norrington, uno dei tenenti a bordo dell'HMS Dauntless durante il viaggio di Weatherby Swann dall'Inghilterra a Port Royal viene promosso al grado di commodoro. Il governatore Swann fa fabbricare a Will Turner, apprendista del fabbro della città John Brown, una spada per la cerimonia di promozione di Norrington. Anche Elizabeth, la figlia del governatore, partecipa alla cerimonia a Fort Charles. Dopo la cerimonia Norrington propone a Elizabeth di sposarlo e quest'ultima, scioccata, a causa del corsetto troppo stretto sviene e cade dal forte finendo in mare. Elizabeth viene poi salvata dal noto capitano pirata Jack Sparrow. Anche se Sparrow ha salvato la vita di Elizabeth il governatore Swann e Norrington ordinano che venga rinchiuso in cella e poi giustiziato. Anche se Jack riesce a fuggire usando Elizabeth come ostaggio, viene più tardi catturato nella bottega di Brown dopo uno scontro con Will Turner.

L'attacco della Perla Nera

Vedi in dettaglio: Attacco a Port Royal
640px-POTC-pirates-of-the-caribbean-19834501-1280-544

L'attacco della Perla Nera a Port Royal.

Quella stessa notte la città viene attaccata dalla famigerata nave Perla Nera, la cui ciurma è maledetta e che è capitanata da Hector Barbossa. Durante l'attacco Elizabeth viene rapita da Pintel e Ragetti e viene portata a bordo della Perla. Il giorno successivo, mentre Norrington cerca di organizzare un piano per salvare Elizabeth Jack (che in cambio di aiutare Will a salvare Elizabeth si è fatto liberare di cella) e Will rubano l'HMS Interceptor per raggiungere l'Isla de Muerta e tentare di salvare Elizabeth.La missione di salvataggio si rivela un successo anche grazia all'aiuto di Norrington e dei suoi uomini dell'HMS Dauntless. A Will viene concessa clemenza dal governatore Swann mentre Jack Sparrow viene condannato a morte per pirateria. Tuttavia, con l'aiuto di Will e di Elizabeth, Jack riesce a sfuggire all'esecuzione e fugge con la sua ciurma a bordo della Perla Nera.

La guerra contro la pirateria (1729)

Lord Cutler Beckett

Port Royal DMC inizio

La Compagnia Britannica delle Indie Orientali arriva a Port Royal.

Nel 1729, circa un anno dopo, quando la Compagnia Britannica delle Indie Orientali inizia ad esercitare una certa influenza sui Caraibi, il governatore della Compagnia Lord Cutler Beckett sposta il suo quartier generale a Port Royal. Beckett giunge in città con la sua flotta con dei mandati d'arresto per William Turner Jr., Elizabeth Swann e James Norrington con l'accusa di aver aiutato Jack Sparrow, condannato a morte per pirateria, a fuggire. Lord Beckett ha inoltre delle lettere di marca firmate dal Re per arruolare Jack nella Compagnia come corsaro. William ed Elizabeth vengono arrestati mentre Norrington aveva lasciato la città da diversi mesi quando aveva rassegnato le sue dimissioni. Beckett propone a Turner un accordo: Will dovrà portargli la bussola di Jack e in cambio lui ed Elizabeth saranno liberati. Il Lord ha intenzione di usare la bussola per trovare il leggendario forziere fantasma contenente il cuore di Davy Jones, signore dei mari e capitano dell'Olandese Volante, in modo tale da usarlo per costringere Jones a eseguire i suoi ordini e sterminare la pirateria sui sette mari.

Edinburgh Trader Port Royal

L'Edinburgh Trader salpa da Port Royal.

Giorni dopo la partenza di Turner, il Governatore Swann scopre che Beckett concederà il perdono solo a Sparrow e perciò procura di nascosto alla figlia e a se stesso un viaggio per l'Inghilterra. Tuttavia, Beckett lo scopre e manda il suo braccio destro Ian Mercer a fermarlo. Weatherby Swann viene arrestato mentre Elizabeth riesce a fuggire. Elizabeth incontra poi Beckett nel suo ufficio dove lo minaccia con una pistola e prende le lettere di marca che sarebbero dovute essere consegnate a Jack Sparrow. Poi Elizabeth fugge e fingendo di essere un uomo si imbarca sulla nave mercantile Edinburgh Trader che il giorno dopo salpa da Port Royal. Giorni dopo Beckett propone di scagionare Weatherby Swann e di garantire la salvezza di Elizabeth in cambio del suo titolo di governatore di Port Royal e della sua influenza su Londra. Swann accetta e diverrà un fantoccio nelle mani di Beckett per i mesi successivi.

OV in Port Royal

L'Olandese Volante arriva a Port Royal.

Qualche giorno dopo rientra in porto una nave della Compagnia che ha ripescato in mare un uomo: James Norrington. Questi consegna a Beckett il cuore di Davy Jones e le lettere di marca destinate a Sparrow da lui firmate. Allora Beckett arruola Norrington nella Compagnia e lo promuove ad ammiraglio della flotta. Con il cuore di Davy Jones in suo possesso, Beckett può dare inizio alla sua opera di sradicamento della pirateria dalle acque dei Caraibi.

Diverso tempo dopo Beckett fece impiccare un grande numero di persone accusate di pirateria o semplicemente sospettate di aver aiutato qualcuno condannato per pirateria. In seguito Beckett partì con la sua nave ammiraglia, l'HMS Endeavour per guidare la sua flotta contro la Fratellanza Piratesca. Dopo la sconfitta di Beckett, l'esercito della Compagnia abbandonò Port Royal e la città ritornò al normale controllo della Corona e della Royal Navy.

Anni a seguire

Qualche tempo dopo la fine della guerra contro la pirateria, Elizabeth Swann venne a vivere con suo figlio Henry Turner in un vecchio faro dall'altra parte della baia di Port Royal. È probabilmente da Port Royal che il giovane Henry si imbarcò quando si arruolò nella Royal Navy Britannica.

Con il passare degli anni, Port Royal fu soggetta a nuovi terremoti, venendo quasi completamente distrutta e cedendo così il suo primato della zona all'emergente città di Kingston (che si affacciava sulla stessa baia).

Descrizione

Port Royal molo

Il molo principale di Port Royal.

La città era costruita attorno a Fort Charles, uno dei più grandi forti militari nei Caraibi, secondo solo a St. John in Antigua. Il forte era armato con cannoni per proteggere le navi della Marina Britannica dagli attacchi dei pirati che si trovano nel porto sottostante. I pirati vengono giustiziati nel forte e ad un certo punto i cadaveri di tre pirati, tra i quali quello di Calico Jack Rackham e quello di Sven il Vizioso, furono appesi su un'isolotto vicino alla baia di Port Royal con un cartello con su scritto:"Pirati, siate avvertiti!". Questo isolotti divenne quindi noto come Rackhams Kay.

La zona del porto era un continuo brulicare di scialuppe, navi mercantili e natanti di ogni genere. Qui approdavano ogni giorno navi mercantili con mercanzie provenienti da ogni parte del mondo.

PortRoyal molo militare

Il molo militare di Port Royal.

Il molo militare era poco distante dal porto principale civili e l'accesso era vietato ai civili. Qui negli anni 1720 erano ormeggiate in particolar modo l'HMS Interceptor e la HMS Dauntless mentre nel 1729, durante il periodo di occupazione della città da parte di Lord Cutler Beckett e della Compagnia Britannica delle Indie Orientali, vi era ormeggiata la HMS Endeavour, la nave ammiraglia di Beckett .La città si trova all'interno del porto e include taverne, locande, officine e spezierie. Al di fuori di Port Royal vi sono della caverne che venivano spesso usate come nascondiglio dai contrabbandieri e dai pirati.

Dietro le quinte e curiosità

  • Le scene di La Maledizione della Prima Luna e di La Maledizione del Forziere Fantasma  ambientate a Port Royal sono state girate nell'isola caraibica di Saint Vincent e Grenadine. Saint Vincent aveva poche costruzioni, sia all'interno che sul mare. Grazie a questo è stato possibile, per la troupe tecnica del film, modificare l'ambiente e adattarlo alle esigenze cinematografiche del copione. Altre scene, invece, sono state girate al chiuso negli studios californiani.
  • Molti hanno visto come una delle principali inesattezze storiche della saga la presenza di Port Royal, in quanto questa città fu quasi completamente distrutta nel terremoto del 1692. Sebbene la famosa e prospera città venne effettivamente distrutta da questo terremoto, nel corso degli anni ci furono diversi tentativi di ricostruire la città, senza però mai riuscire a raggiungere lo splendore di un tempo e a ricostruirla completamente. La Port Royal presente nel film, perciò, potrebbe verosimilmente essere il risultato di una di queste ricostruzioni. Nonostante ciò, l'aspetto della città che si vede nel film è comunque differente dalla vera città. Nel film, infatti, Port Royal si trova in una baia circondata da alte montagne verdeggianti che cadono a strapiombo nel mare, mentre nella realtà, Port Royal si trova su una penisola pianeggiante.
  • Loadingscreen portroyal

    Port Royal in Pirati dei Caraibi Online.

    Port Royal appare nei videogiochi Pirati dei Caraibi Online e Kingdom Hearts II come mondo da esplorare. Port Royal sarebbe dovuta apparire nel gioco Pirati dei Caraibi: Armata dei dannati, ma siccome il gioco è stato cancellato non si sa se l'apparizione di Port Royal nel gioco sia canonica o no.
  • In Pirati dei Caraibi: La leggenda di Jack Sparrow Jack Sparrow racconta dei suoi interventi eroici durante l'attacco della Perla Nera alla città. Tuttavia, siccome il gioco ruota intorno alle molte leggende di Jack, e il fatto che Jack era in prigione durante l'attacco, è probabile che non sia successo.

 Apparizioni

Fumetti

Videogiochi

Collegamenti esterni