FANDOM


Tridente di Poseidone
TRIDENTE DI POSEIDONE
Informazioni tecniche
Potere/i

Controllo sul mare

Uso
Proprietario

Poseidone

Usato/a da

Poseidone
Torrents
Armando Salazar

Destino finale

Distrutto nel 1751 da Henry Turner

Affiliazioni

Tomba di Poseidone

Dietro le quinte
Prima apparizione

Picco Poseidone (2008)

Ultima apparizione

La Vendetta di Salazar (2017)

Henry Turner: "Ho letto di un tesoro. Un tesoro che detiene tutto il potere del mare. Il tridente di Poseidone può rompere la tua maledizione."
William Turner Jr.: "Henry, il tridente non potrà mai essere trovato."
Henry Turner: "Ho trovato te."
William Turner Jr.: "È solo un racconto."
Henry Turner e William Turner Jr.[src]

Il tridente di Poseidone era una mitica arma leggendaria appartenente a Poseidone, nella mitologia greca e latina, il dio del mare. Quest'arma divina aveva il potere di controllare le creature del mare, compresi i tritoni, così come causare temporali e forti maremoti. Nel 1706, il tridente finì in possesso del terribile Capitano Torrents. Dopo la morte di Torrents, il tridente fu dato a un tritone chiamato Tonra. Alla fine, il tridente finì nascosto nella Tomba di Poseidone dove nel 1751 su trovato da Jack Sparrow e Carina Smyth per poi essere distrutto da Henry Turner.

Il tridente compare in La Vendetta di Salazar.

Storia

Primo uso

"È il dio del mare Poseidone. È il suo tridente. È in una camera da qualche parte sotto di noi. Il tridente è molto potente...è l'arma di un dio."
William Turner Sr.[src]

Forgiato all'alba dei tempi dal dio Efesto, il tridente di Poseidone conteneva al suo interno una potente magia in grado di manipolare il mare, creare sorgenti d'acqua, scatenare terremoti e di evocare il Kraken e le sirene. Dopo averlo portato ad Isla Sirena, Poseidone creò una connessione magica tra il tridente e delle gemme preziose che conferiva al tridente il controllo totale su qualsiasi sirena in tutti i sette mari.

Controllo delle sirene

Il tridente venne rubato a Poseidone di nascosto da tre sirene: Morveren, Aquila, e Aquala. Le tre sirene utilizzarono il tridente per ottenere il controllo su tutti gli individui della loro stessa razza. Le sirene nascosero il tridente a Picco Poseidone e ivi lo sorvegliarono fino alla morte.

È probabile che con la fine della religione olimpica tutti gli dei e i loro artefatti cessarono di esistere, tuttavia il tridente, rimasto sulla Terra, nascosto a Picco Poseidone e custodito dalle sirene, di generazione in generazione mantenne il suo potere. Verso il 1706, le sirene decisero di dover affidare la custodia del tridente ad un essere umano, affinché lo difendesse dalle mani dei tritoni. Le creature, dunque, strinsero un accordo con Torrents che prevedeva che lui avrebbe potuto condividere il controllo delle sirene. Torrents, volendo questo potere divino solo per sé e volendosi servire del tridente per liberarsi dalla minaccia di Davy Jones e dell'Olandese Volante, eliminò le sirene e si impossessò del tridente.

Nelle mani di Torrents

The Trident of Poseidon

Torrents con il tridente

Con il potere del tridente, Torrents prese il controllo sulle sirene e, dopo averle quasi sterminate, scappò da Picco Poseidone. Torrens costrinse le poche sirene rimaste a saccheggiare per lui tutti gli oceani, procurandosi così ingenti bottini. Un gruppo di sirene affidarono al giovane Jack Sparrow il compito di riottenere per loro il Tridente di Poseidone da Torrents. Jack affrontò Torrents sulla nave di quest'ultimo, La Fleur de la Mort e, dopo averlo sconfitto, lo gettò in mare dove il gruppo di sirene, anche su esortazione di Davy Jones, lo divorò. Piuttosto che restituire il tridente alle sirene, permettendo così loro di instaurare nuovamente la loro tirannia, Jack Sparrow lo affidò a Tonra, un tritone. Jack guadagnò così il rispetto e la gratitudine delle sirene e dei tritoni.

Torna ripose il tridente sui fondali oceanici al largo di un'isola, Black Rock Island in un luogo noto come "Tomba di Poseidone". Questo luogo poteva essere individuato solo tramite la cosiddetta "mappa che nessun uomo sa leggere".

Distruzione

TridenteDePoseidónPotC5

Il tridente nella Tomba di Poseidone.

Nel 1751, il tridente divenne oggetto della ricerca di numerosi personaggi: Jack Sparrow per poter sconfiggere il fantasma Armando Salazar, Henry Turner per liberare suo padre dalla maledizione dell'Olandese Volante, Armando Salazar per poter avere la sua vendetta su Sparrow e Hector Barbossa per ottenere il controllo totale sui mari e sconfiggere Salazar. Con l'aiuto della giovane scienziata Carina Smyth e un diario appartenuto a Galileo Galilei che le era stato dato da suo padre, l'isola fu individuata e la collocazione del tridente venne rivelata, in seguito alla separazione delle acque.

Hola, Sparrow

Armando Salazar brandisce il tridente.

Tuttavia, Salazar riuscì per primo ad impadronirsi del tridente e lo usò per uccidere Jack Sparrow. Nel frattempo, Carina ed Henry dedussero che tutte le maledizioni legate al mare dovessero essere rinchiuse all'interno del tridente, capendo così che per romperle era necessario distruggere il tridente. Combattendo contro Jack Sparrow con il tridente, Salazar si distrasse momentaneamente, permettendo a Henry di distruggere il tridente. Salazar e la sua ciurma ritornarono mortali e il mare cominciò a richiudersi. Henry, Carina e Jack Sparrow, vennero tratti in salvo dalla Perla Nera, mentre Salazar e la sua ciurma morirono affogati quando il mare si richiuse. Con la distruzione del tridente, anche William Turner Jr. fu inspiegabilmente libero dalla sua maledizione, non essendo più legato eternamente all'Olandese. È probabile che la distruzione del tridente abbia anche permesso un inspiegabile ritorno di Davy Jones.

Dietro le quinte e curiosità

  • La trama di Pirati dei Caraibi - La Vendetta di Salazar si basa sulla ricerca del tridente.
  • Nella sceneggiatura originale di Terry Rossio per Pirati dei Caraibi 5, il tridente viene chiamato "Tridente di Nettuno". Doveva essere rotto in diversi pezzi e traeva il suo potere da tre perle differenti, una delle quali si trovava incastonata nella guardia dell'elsa della spada di Tritone[1].

Apparizioni

Fumetti

Note e fonti